L'
i
n
i
z
i
o

 

Quando si contatta un’azienda per un servizio, per un lavoro, raramente si cerca la storia di quell’azienda, e se lo si fa, difficilmente una pagina aziendale racconta per filo e per segno o davvero come tutto abbia avuto inizio. Lo si sa solo di grandi brand che alle spalle hanno avuto persone diventate poi icone. Un esempio? 

Chi non conosce la storia della nascita di Apple per mano di Steve Jobs, in un garage? Un’azienda che è diventata sinonimo di glamour ed efficienza, e il suo fondatore un’icona, un mito capace di ispirare altri. 

Se sai come tutto ha inizio, magari anche tu capisci di avere i mezzi per realizzare quanto desideri. Per questo, oggi su BrandRoom, ti racconto la storia di InfoMonitora.

 

Dicono che i migliori successi, i migliori progetti, nascano da una sconfitta e dall’unione di persone. E allora facciamo un salto indietro. Fine 2017. Due ragazzi vedono il lavoro degli ultimi dieci anni andare in frantumi per un fallimento. Addio progetti, addio futuro.

 

Sfortunatamente, per la maggior parte dei casi è così. Eppure… eppure Sebiano e Antonio, quei due ragazzi, decidono che non ci stanno, che non vogliono lasciarsi schiacciare, che se qualcuno porta via loro il futuro, allora loro possono costruirselo da soli. 

 

Hanno esperienza nel settore della comunicazione e della stampa, sanno come muoversi,  ma soprattutto non hanno nulla da perdere. Il 2017 finisce in rovina: cenere. Eppure, sotto, la brace resta, e continua a bruciare, tutti i giorni, fino al momento in cui Antonio e Sebiano uniscono le loro forze e nel Febbraio 2018 e danno vita a InfoMonitora.

 

 

I
N
F
O
M
O
N
I
T
O
R
A

Qualcuno direbbe che hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, che hanno avuto l’ardire di crederci, ma se non credi in quello che fai, perché lo fai?


Hanno pochi mezzi ma tantissima voglia di farcela, e per riuscire chiedono aiuto a un altro che di esperienza nel fare impresa ne ha tanta. Così, a loro si unisce Riccardo, classe 1966, che capisce il potenziale dell’avventura e anche a lui viene voglia di questa sfida. 


Ma non solo uomini, perché l’esperienza è soprattutto donna e, in questo caso, ha il nome e il volto di Daniela: lavora nel settore da più tempo di Antonio e Sebiano, sono ex colleghi, ma soprattutto amici. Esperienza e amicizia non sono elementi di poco conto per cominciare. E così nasce InfoMonitora, con una sede vicino al mare, pochi mezzi, musica e tanto talento.


Nel mondo della rassegna stampa, è facile credere che basti un buon software per realizzare il prodotto perfetto. In realtà, non è così: serve una persona, per individuare una fake news, distinguere un sito affidabile da uno farlocco, dare la corretta impostazione a un articolo, capire quali siano gli argomenti pertinenti agli interessi e alle esigenze del cliente in questione. 


Perché se un computer individua le parole che ti interessano, un umano ne capisce il valore. Il team di InfoMonitora conosce bene questa differenza ed è davvero questo l’elemento aggiunto, di valore, della società, perché dove non arrivano i mezzi, arriva il talento e l’esperienza. 


Ma a cosa serve una rassegna stampa?

Per scoprirlo, leggi anche la RASSEGNA STAMPA di InfoMonitora